>

(+39) 02 56 56 74 92
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ennesimo errore catastale, ecco il mio rientro alla normalità!

Da ormai una settimana abbiamo ripreso, seppur con diversi limiti, la nostra attività all’interno dell’agenzia. Abbiamo già parlato di come ci siamo organizzati scrupolosamente per la ripartenza nell'articolo Fase 2. Si torna a lavorare rispettando i protocolli.

 

L'ultimo DPCM, ergo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, considera le attività immobiliari tra quelle essenziali e pertanto autorizzate ad operare dall'inizio della ormai celebre Fase 2. Autorizzati sì ma ancora non del tutto, infatti possiamo incontrare i clienti in studio per trattative e stipula contratti mentre le visite con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare possono avere luogo solo quando queste siano disabitate.

 

Ed ecco il primo spiraglio di normalità.

 

Ore 09:00, appuntamento in ufficio con il sig. Otelli per la firma dell’incarico di vendita del suo immobile a Milano. Ma sappiate che non mi riferisco all’appuntamento quando parlo di normalità, bensì agli errori catastali che ho trovato esaminando la documentazione dell’immobile. Non preoccupatevi, ora capirete meglio il perchè! 

 

La visura catastale per soggetto non lasciava spazio ad interpretazioni diverse, l’immobile non era intestato correttamente.

 

Marco per piacere, non mi faccia spaventare! La casa è mia, l’acquistai con mia moglie nel 1970. Ricordo ancora i sacrifici per rispettare le scadenze delle cambiali. Ma è proprio sicuro di quello che mi sta dicendo ?

 

Si certo e le spiego anche il motivo per cui è successo e come lo risolveremo. Alcune volte si può verificare che i documenti contengano degli errori. Ora l'importante è accorgenerse per tempo e correggerli prima di arrivare ad una trattativa.

 

Questi errori, se non affrontati e risolti, possono dare origine a gravi conseguenze.

 

In questo caso la visura catastale, come si diceva all'inizio, non riporta il fatto che il proprietario dell'immobile sia lei.

 

Questo è solo uno degli errori che si può verificare. Gli altri possono riguardare nome e cognome (persone fisiche) o denominazione (persone giuridiche) dell’intestatario, codice fiscale, indirizzo dell’immobile, natura e quota dei diritti reali.

 

 Perchè può essersi verficato questo ?

 

Perchè per esempio, quando a suo tempo è stato fatto il trasferimento immobiliare a suo favore non si è provveduto alla voltura catastale. Tanto è vero che, come ha potuto vedere, se effettuo una visura catastale per soggetto non ritrovo il suo immobie. Tutto chiaro ?

 

Detto questo, stia tranquillo, mi occuperò io stesso della voltura catastale, aggiornando così le informazioni ed il corretto allineamento.

 

I dati catastali non possono ritenersi fonte attendibile e probatoria, rappresentando l'accatastamento un adempimento di tipo fiscale-tributario.

 

 

Grazie Marco, ora mi sento decisente più tranquillo e in buone mani. Grazie a lei ho evitato davvero diverse grane... Grazie

 

 

Anche oggi abbiamo visto insieme cosa può nascondersi dietro una compravendita immobiliare e come sia utile affidarsi ad un professionista fin dal principio.

 

MARCO
DI STEFANO

Sono Marco Di Stefano il titolare dell'agenzia, classe 81, e quasi ogni giorno riconosco diversi errori da parte di chi vuole vendere la propria abitazione. Ignorare tali errori può pregiudicare il buon esito e spesso rendere impossibile la Vendita. Ecco perché condivido la mia esperienza ed alcuni consigli utili con chiunque abbia deciso o deciderà in futuro di vendere il proprio immobile. 

Ti è piaciuto questo articolo ?
Vorresti essere avvisato quando ci saranno nuovi articoli ?

Noi rispettiamo la tua privacy - Informativa Privacy
Martedì, 12 Maggio 2020 07:48
Vota questo articolo
(0 Voti)